mercoledì 3 novembre 2010

Situazione alluvione: Solidarietà attiva!


L'esondazione del fiume Bacchiglione ha provocato una situazione di emergenza nella città di Vicenza e in alcuni comuni limitrofi, dove interi quartieri sono sotto un metro di acqua e molte abitazioni sono senza nè luce nè gas da ieri.

In questa situazione gravissima è importante rispondere con senso di solidarietà e di partecipazione democratica, primariamente per superare l'emergenza ed anche per individuarne prontamente cause e responsabilità, affinchè ciò non abbia a ripetersi.
Oltre al repentino cambiamento di temperatura che ha comportato il veloce scioglimento della neve caduta nei giorni scorsi, molto è da attribuire alla dissennata politica di cementificazione del territorio (non secondaria la gigantesca opera di edificazione della base militare USA al Dal Molin) ed infine alla politica dei tagli alla manutenzione del patrimonio idrogeologico, con la mancata pulizia dei fiumi e dei fossi che abbondano nel nostro territorio.
In una parola la logica del profitto e della speculazione edilizia ha mostrato ancora una volta di essere contro l'uomo e contro la natura.
Il punto però è che una situazione di difficoltà come l’attuale non potrà essere risolta dalle singole risorse del Comune.
Stiamo intervenendo presso la Regione, con il nostro consigliere regionale Pietrangelo Pettenò presso il Consiglio Regionale perché, superata la crisi immediata, si metta da parte un consistente aiuto e che diventino priorità del Veneto la ricostruzione ed il totale ripristino della vita e della quotidianità vicentina, rappresentato in particolare dalle attività di chi lavora nel nostro territorio, anche al fine di attuare una politica diversa e sostenibile sul territorio, di prevenzione e di maggiore lungimiranza.
In queste ore Guido Bertolaso, resp. Protezione Civile Nazionale, è a Vicenza: ci auguriamo che il problema di Vicenza e provincia diventi una priorità anche per lo Stato e che si valuti un serio investimento concreto, non come quello che purtroppo abbiamo visto in altre parti d’Italia, per monitorare e tentare di risolvere i problemi della nostra città e di tutta la Provincia: un patrimonio di tutti.

Alle ore 17.30 di oggi mercoledì 3/11 ci troviamo tutti nella sede di Via A. Mario 12 per fare il punto sulla situazione alluvione e cominciare ad organizzare le prime iniziative di solidarietà attiva con i nostri concittadini.

Prc e Giovani Comunisti/e del Circolo "Antonio Gramsci" di Vicenza

Nessun commento: